sarnico (bg) | concorso di idee per la progettazione di p.zza xx settembre e degli spazi annessi

2010

titolo progetto proposto | SARNICO un percorso per tre piazze

capoprogetto | giovanni nervi

gruppo di lavoro | ing. paolo carrara, geom. david lussana

 

Il progetto innanzitutto volge a trasformare il sedime di piazza XX settembre in una vera ”piazza” (così come intesa storicamente), liberandola quasi totalmente dagli autoveicoli, privandola parcheggi a esistenti e trasformandola in una z.t.l. ai residenti e al carico/scarico delle attività commerciali. In secondo luogo, lungo le tre piazze in questione, si sviluppa il mercato settimanale, che svolge, già dal XVI secolo, un ruolo attrattivo di primaria importanza su tutto il Basso Sebino. Da qui, nasce l’idea di un percorso che attraversi tutte e tre le piazze attigue (xx settembre, umberto I e besenzoni) e che idealmente accompagni il visitatore lungo tutto il mercato. Il punto di partenza e di arrivo del percorso si identificano in due totem; il percorso si concretizza in una feritoia destinata alla raccolta delle acque piovane, realizzata nella pavimentazione; oltre all’evidente aspetto funzionale, la feritoia è quindi la traccia tangibile del percorso ed è facilmente identificabile di giorno, mentre nelle ore notturne, acquisisce un effetto scenografico trasformandosi in una scia luminosa, realizzata. Il progetto inoltre, riallaccia il tessuto del centro storico con il fronte lago:  dalle vie del centro che si affacciano sulle piazze, si proiettano verso il lungolago alcuni sentieri (riconoscibili grazie ad un cambio materico della pavimentazione) che, dal lungolago, si trasformano in moli in legno che si spingono sopra il lago (e il fiume). Tali moli ben si prestano per collocarvi alcune potenziali attrattive quali piccole attività commerciali, info-point, noli per canoe o pedalò, imbarcadero, e (perché no?!) una piscina comunale a cielo aperto proprio in mezzo al lago. Il forte legame che Sarnico ha con l’acqua, lo si vuole manifestare anche tramite l’installazione di due fontane: una in piazza XX settembre, l’altra in piazza Umberto primo. Infine il progetto propone un giardino verticale su piazza Umberto I, in corrispondenza dell’angolo che la SS469 (via Matteotti) forma con il ponte di collegamento a Paratico; questo “muro verde” vuole provocatoriamente rappresentare un forte punto di rottura con l’assai trafficata via Matteotti, nonché al tempo stesso vuole costituire una barriera acustica e visiva dalla piazza verso il ponte, lasciando comunque un cono prospettico verso il lago.

Il progetto predispone tre diverse configurazioni dell’area di intervento: una configurazione per l’uso quotidiano, una configurazione per i giorni in cui si svolge il mercato e una configurazione per quei giorni in cui sono organizzate manifestazioni o eventi di richiamo.

La posizione delle due fontane precedentemente descritte è dettata dal fatto che le stesse individuano i punti di attrazione durante gli eventi o le manifestazioni di qualsiasi genere che si organizzano a Sarnico. Infatti, in queste occasioni, si prevede di montare in piazza XX settembre un palcoscenico, e di attivare in piazza Umberto I un maxi-schermo che rifletta gli eventi in corso nella piazza attigua. Un addetto comunale avrà preventivamente spostato le 114 panche nelle posizioni definite dal progetto.