bergamo | dehor bar savoy

ottobre 2010

fattibilità per un dehor estivo di un bar-enoteca. 

committenza bar savoy.

il progetto punta a proporre un’installazione che possa arricchire le utenze del bar non solo perché offrirebbe maggiori posti coperti, ma perché possa diventare oggetto caratterizzante e punto di richiamo del bar stesso. Da qui l’idea di realizzare un oggetto che somigli molto a un veicolo in sosta, e che come un veicolo abbia la stessa facilità di movimentazione, affinché nel periodo invernale e, in caso di manutenzione o ispezione ai chiusini dei sottoservizi posti in loco, si possa rimuovere facilmente e poi riposizionare senza lavori aggiuntivi.

 

immagini fonte di ispirazione per forme e materiali:

Ecco allora che il dehor assomiglia molto, nella forma dell’involucro, a una roulotte, al cui interno posizionare solo panche e tavolini, mentre nei materiali usati ricorda molto una botte per il vino; come ogni roulotte che si rispetti, ha ruote (eventualmente asportabili), per renderla facilmente spostabile, e dei piedini stabilizzatori, per renderla più stabile e meglio vincolata a terra; sull’esterno dell’involucro i fanali della roulotte fungerebbero da segnali luminosi indicanti un ostacolo da evitare agli automobilisti in transito sulla via. La roulotte sarebbe priva di ogni parete sul lato verso il marciapiede: vi sarebbero solo un paio di gradini o una pedana per l’accesso ai clienti; mentre avrebbe le altre tre pareti realizzate con una cerchiatura strutturale in ferro e tamponamento in listelli di legno alternati a spazi vuoti, formando una sorta di graticcio areato; anche le panche e i tavolini sarebbero formati con gli stessi listelli di legno affiancati a formare forme armoniose; il tetto invece sarebbe tutto pieno e costituito sempre dagli stessi listelli in legno affiancati, ma potrebbe avere alcune botole/oblò apribili. All’esterno della roulotte potrebbero poi essere posizionati dei paletti in ferro asportabili per segnaletica stradale a protezione della roulotte stessa. Per una maggiore facilità di movimentazione, si potrebbero realizzare due roulotte, uno per ogni posto auto occupato, o in alternativa un’unica lunga roulotte.

La soluzione della roulotte permette infine, di non essere costretti ad assemblare il dehor sul posto, ma di poterlo realizzare in un laboratorio artigianale e di trasportarlo, già ultimato, sul posto, dove andrà semplicemente alloggiato.